(gennaio/febbraio 2018) - FIAB Verona
Ruotalibera 156

venerdì 5 gennaio 2018, di LucianoLor


Buon anno!
E davvero comincia bene, questo che promette di essere un buon anno, con un regalone nella calza della Befana. Beh, la nuova Legge-quadro sulla mobilità ciclistica non è esattamente un regalo, dal momento che FIAB l’ha sostenuta con un lavoro incessante di sensibilizzazione dei decisori e dell’opinione pubblica che va avanti da molti anni. Ma finalmente è arrivata: un bel balzo in avanti nella rincorsa dei nostri concittadini europei. Va sicuramente festeggiata e a questo evento dedichiamo la copertina e un ricco articolo di approfondimento.

Nel suo primo "Punto" del 2018 il presidente Marastoni affronta poi il tema della lentezza: ha ancora senso celebrare il mito della velocità come segno di modernità?

Sempre a cura del Presidente il riepilogo del tanto lavoro fatto nel 2017, con i bilanci del passato e le prospettive per il futuro.

E poi: - una riflessione sul primo Mobility Day; - i deputati veronesi anticipano alcune linee programmatiche in vista delle prossime scadenze elettorali; - qualche considerazione sull’iniziativa del Ciclista Illuminato; - bici d’epoca al Museo Nicolis; - dal "Lupo in bici" una proposta per il "dopo-Risorgive".

Per le consuete rubriche: - meccanica (la serie sterzo); - enigmistica; - cibo da viaggio (mandorle e cioccolato); - ciclovacanze (Cina 3; Lubiana; dalla Bassa ai Paesi Bassi). Non possono infine mancare i contributi dalle sezioni locali e da Rovigo, un po’ di notizie sparse e, irrinunciabile, il Cantòn del Bepo.

Buona lettura, in compagnia di FIAB, ogni giorno dalla parte di chi pedala, e da sempre al fianco di chi #pedalaognigiorno!


Se ti è più gradito, scarica il pidieffone